SITEMAP
Richiesta Trasporto Invalidi
Guestbook
I Nostri Progetti - Mai Piu' Soli - Come Aiutarci

Il Progetto: Aiutiamo Francesco!



GRAZIE DI CUORE DAL PICCOLO FRANCESCO!!!

Di Caterina Schipani - 15 ott 2009

Sono la mamma di un bambino con una grave disabilita' e ho conosciuto "LE ALI DELLA VITA" grazie al mio intervento a Mattino 5. Oltre alla loro sensibilita' e vicinanza al mio problema sono rimasta colpita dal loro TEMPESTIVO AIUTO/INTERVENTO.

Non hanno solo speso parole di solidarieta' nei miei confronti ma nel giro di pochi giorni mi hanno fornito un mezzo completo di modifiche per portatori di handicap che ora mi permette di portare in giro il mio bambino, (accollandosi loro tutte le spese)quindi FATTI E NON PAROLE.

Sono contenta che il mezzo e' stato portato direttamente da Napoli a Legnano (MI) dai fondatori dell'Associazione (ragazzi giovanissimi, simpatici e molto sensibili)In questo modo ho potuto ringraziarli personalmente e così hanno potuto conoscere il mio Francesco e "toccare con mano il problema".

Nonostante il loro grande dono si stanno impegnando ha trovare i fondi per un montacarichi che mi permetterebbe di portare su e giu' il mio bambino e un lavoro al mio compagno (disoccupato da 1 anno). So che dire GRAZIE e' poco ma sono sicura che quando Francesco ha sorriso loro per ringraziarli (non potendo lui parlare) per Loro e' stata la soddisfazione piu' grande.

Purtroppo i media quando parlano di Napoli lo fanno solo per storie di cronaca nera creando così dei pregiudizi nella gente, ma perche' non parlano anche della solidarieta' di questa gente meravigliosa? Se Napoli non si fosse mossa a quest'ora non avevo un mezzo idoneo per portare in giro il mio bambino e non avrei la speranza di avere un montacarichi per portarlo a spasso e la speranza di un lavoro per il mio compagno perche' dal nord Italia non ho ricevuto alcun riscontro.

Pertanto invito tutti coloro che avranno modo di leggere questa piccola recensione a sostenere anche con un piccolo aiuto "LE ALI DELLA VITA FONDAZIONE ONLUS DI NAPOLI".

Caterina, Ernesto e il piccolo Francesco.